Vai al contenuto

UNIVERSITà POPOLARE

NON SI SMETTE MAI DI IMPARARE
Lo ripetiamo tutte le volte che apprendiamo qualcosa di nuovo, a volte sottolineandolo, come fosse una cosa di cui meravigliarsi.

Ma non c’è nessuna meraviglia in tutto ciò. La conoscenza, infatti, è un processo formativo continuo, che, indipendentemente dall’età, scandisce in modo dinamico tutta la nostra vita curandone il benessere mentale, psicologico, sociale e fisico.
Adeguati percorsi di educazione permanente possono essere inseriti in questo dinamismo per realizzare un cantiere formativo in cui tutti si possono trovare e che permetta:

  • la salvaguardia del diritto di poter continuare ad apprendere, a conoscere e ad informarsi in tutte le età della vita.
  • la promozione di occasioni di confronto e socializzazione.
  • lo sviluppo di una nuova cultura dell’invecchiamento, inserita in una desiderata e rinnovata visione intergenerazionale e associata alla revisione degli stereotipi che ne alimentano la frequente narrazione negativa.


Il fine di questi percorsi è quello di creare uno spazio all’interno del quale possa trovare domicilio e svilupparsi il concetto di vita attiva, inteso come fenomeno di partecipazione consapevole del mondo e delle sue complessità, che non interessa solo l’età matura ma anche quelle precedenti, fondamentali per la costruzione della persona come individuo.
Vivere adeguatamente la complessità dell’oggi richiede necessariamente uno sforzo di approfondimento che non passa solo dall’acquisizione delle informazioni necessarie ma anche dal confronto costante delle conoscenze e dei convincimenti.
Attraverso la sua proposta di corsi, laboratori, incontri, seminari e conferenze l’Area Università GAU vuole tradurre in obiettivi multipli questo sforzo attraverso le sue due Sub Aree:

  • Sub Area cultura generale – Seminari – Stili di Vita – Conferenze – Laboratori – Corsi
  • Sub Area socialità – Pari opportunità – Cultura – Laboratori .

 

La quotidianità delle proprie mura domestiche è fatta spesso di televisione, divano e solitudine. Incontrarsi regolarmente al di fuori di questa routine stimola la voglia di protagonismo e di partecipazione attiva realizzando che, a qualsiasi età, chiunque può fornire un apporto sostanziale al mantenimento di una più grande casa sociale comune.

0 Condivisioni